72016Ott
Presbiopia

Presbiopia

oculista-romaLA PRESBIOPIA

  1. Per PRESBIOPIA si intende la progressiva difficoltà nel vedere da vicino.

Tale visione da vicino interessa:

  • oggetti minuti,
  • la lettura in tutte le sue forme- libri, giornali, spartiti musicali scritti vari,
  • l’uso di videoterminali, telefonini, pads di varie dimensioni, tastiere.

La crescente presenza, nella nostra vita, di una moltitudine di sollecitazioni visive per vicino, sia nel lavoro che nel tempo libero rende la presbiopia un disagio sociale molto sentito in modo ubiquitario in tutto il mondo.

Da ciò sono nate, sull’onda di tale spinta, numerose ricerche e studi al riguardo in vari settori dell’oftalmologia e dell’ottica.

Solo per citarne alcune:

lenti a tempiale multifocali

lenti a tempiale “occupazionali”

lenti a contatto multifocali

lenti intraoculari multifocali

correzione con laser ad eccimeri per la presbiopia

integratori alimentari e colliri dedicati

esercizio ortottici e di training visivo per lontano e per vicino

trattamenti oculari di potenziamento della visione ravvicinata

  1. CAUSE DELLA PRESBIOPIA

La causa principale è un progressivo squilibrio che si viene, con gli anni, a creare tra la decrescente forza contrattile del muscolo ciliare ed invece, al contrario, il progressivo aumento dimensionale e di rigidità del cristallino.

Il cristallino è la lente intraoculare deputata alla messa a fuoco di oggetti lontani e soprattutto di quelli più vicini.

Tale processo, definito accomodazione, si ottiene principalmente attraverso la modifica del raggio di curvatura del cristallino, in base alle sollecitazioni che gli provengono dal muscolo ciliare, per tramite dell’apparato sospensore del cristallino, chiamato Zonula di Zinn.

Il meccanismo accomodativo è strettamente legato a quello della convergenza.

  1. Circa intorno ai 40 anni tale meccanismo di accomodazione –convergenza perde progressivamente molta della sua energia contrattile e, di conseguenza, la visone per vicino diviene più faticosa e meno nitida.
  1. Molti professionisti, pur avvalendosi dei comuni occhiali da vicino, avvertono importanti limitazioni pratiche nelle loro attività quotidiane, possono incorrere in errori o trovarsi in situazioni impreviste, faticose, imbarazzanti.

uomo-ristoranteTipica è l’immagine di una cena, magari a luce di candela, dove l’ospite ha difficoltà nel leggere il menu e si trova in imbarazzo di fronte alla, magari sensibilmente più giovane, sig.ra che ha invitato a cena. 




  1. A CHI RIVOLGERSI

Cosa fare?

Certamente l’unico esperto in grado di optare tra le innumerevoli proposte di soluzione o riduzione del problema è il medico chirurgo specializzato in oftalmologia.

Pertanto il primo passaggio dovrà essere, invariabilmente, una visita medica specialistica.

In essa si valuteranno le condizioni globali del paziente, segnatamente ponendo attenzione in primis sull’integrità anatomica e funzionale dell’apparato visivo, e successivamente ci si dedicherà, insieme al paziente, a selezionare la /le soluzioni più adatte e specifiche per quel singolo paziente.

Nessuna altra figura professionale possiede il bagaglio culturale ed etico in grado di effettuare una corretta diagnosi dello stato visivo del paziente ed, in rapporto ad essa, proporre il migliore e più sicuro approccio terapeutico.

  1. TRATTAMENTO DELLA PRESBIOPIA

Tra le tante soluzioni da noi utilizzate regolarmente da anni, noi traiamo particolare giovamento, nella cura del paziente, da metodiche dolci, non invasive.

In effetti il nostro studio medico oculistico nasce con una impostazione spiccatamente chirurgica per cui, a tutti quei pazienti che rientrino nei parametri di un intervento chirurgico per la correzione della miopia, astigmatismo, ipermetropia noi proponiamo, tout court, l’intervento che, sempre più spesso, si avvale di differenti tipi di laser e di strumentari computerizzati di microchirurgia oculare.

Anche per la presbiopia, in casi selezionati, proponiamo l’intervento chirurgico ma, sempre di più preferiamo optare per trattamenti diversi che stimolino e rafforzino la plasticità muscolare endoculare e quella neuronale di tutto l’apparato visivo.

Una imponente letteratura scientifica è presente al riguardo.

  1. OCUFIT

Si tratta di una delle ultime metodiche di trattamento, fortemente supportata dalla ricerca scientifica italiana ed internazionale.

Attraverso tale medical device si ottiene una stimolazione selettiva del muscolo ciliare, che si riverbera positivamente sulle capacità del cristallino di modificare la sua curvatura e di portare le immagini di oggetti ravvicinati a fuoco sulla retina.

Da tale recuperato processo fisiologico si può ottenere un sensibile miglioramento della capacità visive per vicino con miglioramento della presbiopia, nel neo presbite emmetrope (cioè con normali capacità visive per lontano) anche di 1-1.5 diottrie di presbiopia.

  1. Lo strumentario consta di una lente a contatto, collegata ad uno stimolatore elettrico specifico che, attraverso un ciclo di cinque trattamenti, consente, in casi selezionati, un buon recupero visivo per vicino.

Ad intervalli di tempo prefissati può essere utile effettuare 1-2 trattamenti di richiamo.

Già dal primo trattamento, che noi effettuiamo gratuitamente, il paziente responder, può avvertire un sensibile miglioramento nella lettura.

Solo a tali pazienti viene, frequentemente, da noi proposto di effettuare l’intero ciclo di trattamento.

Tutti gli altri, laddove possibile, verranno indirizzati su altri percorsi diagnostico- terapeutici

CONCLUSIONI

In questo momento il trattamento di stimolazione del corpo ciliare, denominato OCUFIT, è uno dei sistemi più efficaci, e privi di rischio, nel trattamento delle basse presbiopie.

Il nostro centro si occupa da sempre di trattamenti low impact di sostegno e supporto delle funzioni visive nei soggetti ipovedenti  e negli atleti i quali attraverso trattamenti di sport visione (SPORTVISION) vogliano potenziare le loro capacità visive.

Organizziamo e partecipiamo a numerosi congressi in tale ambito.

Ora ci dedichiamo anche ai più efficaci trattamenti medico riabilitativi della presbiopia , in particolare avvalendoci dell’OCUFIT, che ci sta dando significativi risultati.

L’impostazione del nostro centro si basa sulla gratuità completa del primo trattamento, eliminando quindi alla fonte qualsiasi induzione del paziente a sottoporvisi.

Solo i pazienti che abbiano tratto significativo giovamento già dal primo trattamento gratuito verrano presi in considerazione per un eventuale loro inserimento in un protocollo terapeutico anti prebiopico.

Dott. Daniele Di Clemente ed associati 

Hai una domanda? invia una email a : di.studiodiclemente@gmail.com

Studio medico oculistico Via Ugo Ojetti, 79- 00137 Roma Tel 06 86802510- 86802484 Aperto: lun-ven h 15-20 Mart e ven anche h 9-13.