232016Dic
Coxartrosi

Coxartrosi

coxartrosiChe cosa è la coxartrosi?
La Coxartrosi è una malattia degenerativa articolare, che porta alla progressiva degenerazione della cartilagine che riveste i capi articolari dell’anca. Può essere mono o bilaterale. Essendo degenerativa, è essenziale trattarla appena possibile. Si tratta di una delle forme di artrosi più importante sia per la frequenza con cui si manifesta nella popolazione, sia per la grave invalidità che ne può conseguire.

Sintomi della Coxartrosi

Quali sono i sintomi della coxartrosi?
Questa malattia è caratterizzata da una rigidità dell’anca colpita, rigidità che aumenta progressivamente. Conseguentemente la mobilità del corpo e la possibilità di movimento sono limitati. Il dolore si irradia alla regione inguinale, alla regione glutea e a volte sino al ginocchio. E’ fondamentale una diagnosi corretta per procedere con delle cure adeguate. Il dolore diventa il sintomo principale. Inizialmente è avvertito solamente quando si cammina ma l’aggravamento della malattia fa comparire il dolore anche a riposo. Al mattino, i primi passi possono essere molto dolorosi. Con l’avanzare del processo degenerativo il dolore si avvertirà anche durante la notte.

Diagnosi di Coxartrosi

Come si fa a fare una diagnosi in coxartrosi? : L’esame diagnostico principale per la diagnosi è senza dubbio la radiografia basale del bacino e dell’anca stessa, talvolta risultano necessari accertamenti di secondo livello come la RMN.

Trattamento e Cura Coxartrosi

Per quanto riguarda le possibilità di cura e trattamento, nelle prime fasi della malattia antidolorifici o anti-infiammatori possono certamente dare sollievo dal dolore. Si tratta, tuttavia, di un semplice palliativo; come per le altre forme di artrosi, infatti, questi farmaci non sono in grado di arrestare né tantomeno fare regredire il danno articolare, che continuerà quindi ad aggravarsi inesorabilmente poco a poco. E’ inoltre importante fare attenzione a non abusare di questi farmaci non del tutto privi di effetti collaterali.

Difronte ad un’artrosi dell’anca in fase avanzata, il trattamento più efficace è senza dubbio chirurgico e prevede l’impianto di una protesi; in parole povere si inserisce uno sorta di ‘snodo’ artificiale che copia e sostituisce la naturale articolazione malata. La situazione in realtà non è così semplice, dato che esistono protesi complete e parziali, di materiali differenti e che richiedono procedure chirurgiche diverse; la scelta come sempre va effettuata in base alle caratteristiche del singolo paziente. Generalmente l’intervento elimina immediatamente il dolore artrosico e migliora notevolmente la qualità di vita del paziente, restituendogli la capacità di movimento perduta.

Chirurgo Ortopedico Dr. Andrea Pagani https://www.facebook.com/DrAndreaPaganiChirurgoOrtopedico

Coxartrosi e Fattori di Rischio


Coxartrosi Sintomi

Coxartrosi Diagnosi

Coxartrosi Trattamento