32017Gen
Colposcopia

Colposcopia

Colposcopia
La colposcopia è un esame diagnostico, consistente nel visualizzare a forte ingrandimento la cervice uterina, la vagina e/o la vulva, utilizzando uno strumento chiamato appunto , colposcopio. Si tratta di un esame indolore, non invasivo né traumatico, della durata media di circa 15 / 20 minuti. Nel corso dell’esame, per mettere in evidenza eventuali lesioni , si utilizzano soluzioni coloranti come l’acido acetico e la soluzione di Lugol. Per evidenziare eventuali alterazioni della componente vascolare, si utilizzano alcuni filtri colorati ( blu o verde ). Il sospetto diagnostico, ottenuto con l’esame colposcopico , va sempre confermato dall’esame istologico . ( biopsia mirata nelle aree di maggiore interesse ).
Il fine dell’esame è quello di evidenziare in maniera precoce alcune patologie del tratto genitale inferiore.

Chi dovrebbe sottoporsi alla Colposcopia?
L’esame colposcopico è raccomandato nei seguenti casi:
Pap test con risultati anomali ( ad esempio ASCUS )
Gestione e terapia delle pazienti con displasia ( L-SIL , H-SIL )
Gestione e terapia della pazienti con infezione da HPV

Quando eseguire l’esame?
L’esame colposcopico può essere effettuato in qualunque periodo, meglio se a metà ciclo. Può essere effettuato tranquillamente in gravidanza e in menopausa. Non è possibile effettuare l’esame durante il ciclo mestruale.

Dr. Giuseppe Renzi : https://www.facebook.com/GinecologoNapoli